sterilizzatore a secco come funziona

Sterilizzatore a secco per eliminare virus e batteri

Lo sterilizzatore a secco è uno strumento indispensabile per disinfettare gli attrezzi da lavoro nel campo estetico ed eliminare qualunque traccia di virus e batteri. Ecco come funziona.

I germi, le spore, i batteri e i virus si depositano sulle superfici e sopravvivono per un certo periodo di tempo. A causa del coronavirus abbiamo imparato a disinfettare e pulire molte cose che prima non avremmo forse pensato di disinfettare. Ma in alcuni casi, come si sa già da moltissimo tempo, è necessario eliminare la presenza di qualunque organismo vivente da attrezzi o alimenti che vengono in contatto noi: Ecco perché si utilizza lo sterilizzatore.

Sterilizzatore per uccidere germi e batteri

Lo sterilizzatore è da sempre presente negli studi medici e nei saloni di bellezza per garantire igiene e protezione a chi si affida nelle mani di questi professionisti.  Lo sterilizzatore a secco in estetica è tra i più usati per sterilizzare forbici, tronchesi e tutti quegli strumenti che vengono in contatto con la pelle dei clienti. Esistono  vari tipi di sterilizzatore che vengono usati in vari campi, come ad esempio la disinfezione di strumenti per tatuaggi,  biberon e tettarelle, ma anche cibo e bevande. Vediamo perché è importante utilizzarlo e come funziona questo strumento.

Vuoi sterilizzare piccoli attrezzi in metallo in poco tempo?

Scopri il nostro sterilizzatore a secco sanitizing box!

Con questo piccolo strumento potrai disinfettare piccoli attrezzi e contenitori e renderli sicuri per te, i tuoi clienti o la tua famiglia.

Questo e molti altri prodotti per l’igienizzazione li trovi su GS Distribution.

Sterilizzatore a secco come funziona

Lo sterilizzatore a secco  come funziona esattamente? La sterilizzazione, cioè il processo per cui si  eliminano dalle superfici virus, batteri, spore o altre cellule vive, può avvenire in vario modo a seconda delle superfici da trattare. Tra i metodi più diffusi troviamo la sterilizzazione a caldo, che può essere a secco o umido, quella a raggi UV o gamma, la filtrazione. In alcuni casi invece della sterilizzazione con metodi fisici si usano prodotti chimici come l’ossido di etilene. Anche la pastorizzazione è un processo di sterilizzazione a cui vengono sottoposti bevande come il latte, ma anche salumi e altri tipi di cibo.

Lo sterilizzatore a secco utilizza il principio per il quale oltre una certa temperatura le cellule vive muoiono. Lo sterilizzatore a secco si basa sul concetto di tempo di inattivazione termica. In sostanza, cioè, sottopone gli strumenti ad una temperatura elevata per il tempo necessario alla distruzione della popolazione di microbi.

 

 

Come si usa lo sterilizzatore

Ma come si usa lo sterilizzatore a secco? Si tratta di un apparecchio in acciaio inox di modeste dimensioni che sviluppa calore secco fino a 200°: Al suo interno si trova una camera di calore estraibile in cui riporre gli oggetti da sterilizzare. Questo tipo di apparecchio si utilizza per oggetti in metallo. Una volta posizionati questi ultimi all’interno della camera di calore, basta chiudere il coperchio, impostare la temperatura e il timer. Una volta avviato il processo, basterà attendere lo spegnimento automatico dell’apparecchio. Con circa 90° al massimo della temperatura i vostri strumenti saranno perfettamente sterilizzati e privi di germi e batteri.

Lo sterilizzatore può essere utile anche in famiglia per sterilizzare e disinfettare forbici, contenitori di metallo e altri strumenti di uso comune. Vieni sul nostro sito e acquista il tuo sterilizzatore a secco ad un prezzo davvero competitivo.