operaio che usa smerigliatrice angolare

Smerigliatrice, a cosa serve e quale acquistare

La smerigliatrice è un utensile di cui si sente spesso parlare, ma non tutti ne conoscono l’utilizzo. Scopriamo insieme a cosa serve e qual’è la tipologia da acquistare in base alle diverse esigenze.

La smerigliatrice è un apparecchio che può servire sia per il fai da te che per l’uso professionale. Le sue funzioni sono molteplici e, per questo motivo, questo è un utensile molto utile e richiesto. Ma a cosa serve esattamente e quando si usa? Quali sono le tipologie da tenere in considerazione in caso di acquisto? Andiamo ad approfondire l’argomento.

Smerigliatrice, cos’è e a cosa serve

La smerigliatrice è uno strumento che serve per tagliare, affilare e molare diversi materiali, tra cui il metallo, la pietra o il cemento. Oltre alla precisione nel taglio, la smerigliatrice è utile per rifinire i materiali tagliati. Serve infatti a smussare gli angoli e gli spigoli, eliminare sbavature, residui di materiale come i trucioli. Può essere anche utile per l’affilatura di lame.

Ne esistono di varie tipologie, principalmente da banco o la smerigliatrice angolare. Quella da banco presenta un supporto fisso e due estremità a cui vengono fissati i materiali da smerigliare attraverso o dei dischi a grana grossa o fina, una spazzola, oppure due dischi di  cui uno per lucidare. In questo caso è utile per la rifinitura e l’affilatura di materiali, specie metallo e lame, poiché non surriscalda il materiale e garantisce estrema stabilità.

Altrimenti il modello più usato è la smerigliatrice angolare.

 

Cerchi una smerigliatrice angolare per i tuo lavori di bricolage?

Cosa aspetti? Scopri il nostro catalogo di utensili da lavoro!

Scopri la vasta gamma di modelli elettrici o a batteria su gsdistribution.it!

Smerigliatrice angolare, usi e tipi

La smerigliatrice angolare, detta anche frullino, è uno strumento manuale, che oggi è molto diffuso. Questo infatti può essere portato dove serve utilizzarlo ed è quindi più maneggevole di una stessa macchina da banco. Viene usata per gli stessi scopi di quest’ultima, ma è particolarmente adatta è per tagliare pietra o legno. Al corpo dell’apparecchio vengono montati dischi di diverso tipo e caratteristiche a seconda dell’uso che se ne deve fare.

Per quanto riguarda le principali caratteristiche, la smerigliatrice angolare richiede una certa manualità e l’utilizzo di protezioni da lavoro. Importante è la potenza elettrica se scegliamo un modello alimentato a corrente. Questa può arrivare fino a 2 Kw. Poi la tipologia dei dischi che varia a seconda della funzione e del materiale da lavorare.

Una valida alternativa alla smerigliatrice elettrica è quella a batteria.

Smerigliatrice a batteria,caratteristiche

La smerigliatrice a batteria è un particolare tipo di smerigliatrice angolare che funziona senza necessità di attaccarla alla corrente. Si tratta di apparecchi compatti, leggeri, ergonomici che consentono una facile manualità e quindi sono ideali per i lavoretti fai da te, ma possono essere anche professionali. Generalmente montano dischi con diametri da 115 mm a 125 mm di diversa qualità, ma i migliori sono i telati o i diamantati. Questi utensili possono raggiungere anche i 10.000 giri al minuto e quindi garantire lavori di un buon livello sia amatoriale che professionale.

Per una vasta scelta di smerigliatrici, visita il nostro sito gsdistribution.it. Troverai vari modelli, tra cui scegliere quello più adatto a te.