7 consigli pratici per la manutenzione prato primavera

Manutenzione prato primavera: 7 consigli

La manutenzione prato primavera è un’attività che richiede un minimo di pianificazione e l’utilizzo di prodotti di qualità. Spesso l’errore più comune è quello di occuparsi soltanto delle piante, senza curarsi del resto del giardino. Infatti, uno degli elementi meno presi in considerazione da parte di chi ha un prato da curare è proprio il terreno. Ma partiamo dal principio e vediamo insieme il nostro primo consiglio: quali attività necessita la manutenzione prato primavera?

1.    Programma le tue attività di manutenzione prato primavera

Come ben saprai, se vuoi raggiungere dei risultati hai bisogno di pianificare e programmare le tue attività giornaliere. Anche il tuo giardino necessita di cure a attenzioni, senza le quali potresti pagare caro e amaro il disastro che potrebbe seguirne. Infatti, se non sappiamo cosa fare e quando, rischiamo di far deperire il nostro giardino, favorendo la formazione di piante infestanti e insetti dannosi. Ad esempio, la cocciniglia è un insetto che infesta tutte le parti di una pianta e può essere davvero dannosa se nel giardino abbiamo anche alberi da frutto.

Ogni periodo dell’anno ha proprie attività. Tra quelle più interessanti c’è sicuramente la primavera, una stagione stupenda in cui potare, seminare e preparare il terreno. A proposito di terreno, lo sapevi che la cura del prato comporta anche quelle attività che fanno arieggiare la terra? Vediamolo insieme nel secondo consiglio.

2.    Cura prato primavera: attenzione al terreno

Quando parliamo di manutenzione prato primavera non stiamo solo parlando di potature a raschiamento. Infatti, anche il terreno richiede un bel po’ da fare, perché è proprio dalla terra che nascono e crescono le piante. Migliore sarà lo stato di salute e la qualità della terra, in termini di proprietà nutritive, meglio sarà la vitalità delle nostre piante. In particolare, quando arriva la primavera, una delle attività da pianificare è la pulitura e la sarchia delle aiuole.

Durante l’inverno, le foglie si depositano e muoiono. Alcune tornano alla terra, contribuendo al ciclo vitale utile per la ricchezza nutritiva del terreno. Altre, però, restano in superficie, insieme a quelle piante perenni e infestanti che dobbiamo strappare via. Eliminare le infestanti è un compito maledetto, perché rischiamo sempre di diffondere inavvertitamente i semi di queste piante. Quindi, l’attenzione è alta e stancarsi è facile. Ma una volta liberato e sarchiato il terreno, sarà più facile per la terra respirare e riscaldarsi. Il che è l’ideale per favorire la nascita di nuovi e bellissimi fiori.

3.    Scegli prodotti di qualità

Affinché il tuo prato sia bellissimo e le aiuole sempre pronte e rifiorire, hai bisogno di prodotti di qualità. Stiamo parlando di diserbanti, fertilizzanti e tutta la strumentazione utile per falciare l’erba e curare il prato. Non affidarti ai prodotti da discount che trovi a basso costo: vuoi fare economie proprio sul tuo giardino? Il consiglio che ti diamo, dunque, è quello di acquistare prodotti di qualità, scegliendo concimi a rilascio graduali e un sistema di irrigazione funzionale.

Se non hai voglia di impelagarti in un sistema di irrigazione, che richiede comunque delle competenze o l’aiuto di un professionista, ci sono altre soluzioni. Ad esempio, ci sono funzionali tubi dell’acqua allungabili, che ti permettono di irrigare tutto il prato con facilità. È la soluzione più pratica ed economica e puoi facilmente trovarla online.

Hey! I am first heading line feel free to change me

I am promo text. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

4.    Non riempire troppo il tuo giardino

Prima di effettuare qualsiasi intervento pianifica bene le tue attività. Non occorre riempire il tuo giardino seminando la qualsiasi in qualsiasi punto. Trova un criterio e una la parsimonia, altrimenti ti troverai aiuole piene di piante e un prato che non respira. Inoltre, valuta anche la presenza di parti in cui creare delle strade. Infatti, in assenza di un camminamento in ghiaia il rischio è quello di camminare sul prato e rovinarlo. Crea, invece, delle strade che portano alla porta di casa, ad esempio. Inoltre, tieni sempre bene in mente le quantità di diserbante e fertilizzante da usare. Il troppo storpia sempre.

5.    Previeni i disastri

Perché serve la manutenzione prato primavera? Per prevenire i disastri e dover spendere tanti soldi per recuperare il salvabile. Il detto “prevenire è meglio che curare”, infatti, non vale soltanto per noi che abbiamo la fortuna di curare il prato, ma anche per le piante e per gli animali. La pianificazione e la programmazione delle attività da svolgere nel nostro giardino rientrano in questo quadro. Sapere cosa fare in primavera oppure in autunno ci permette di avere coscienza del nostro prato e conoscere i rischi che piante e alberi corrono. Osserva il tuo prato con attenzione e ti accorgerai qual è il suo stato di salute. Quindi pianifica le attività da svolgere durante l’anno e procedi con le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria del tuo giardino.

6.    Non solo il prato, ma tutto il giardino

Il prato è una parte importante del tuo giardino, perché è quello che si estende per uno spazio maggiore. Tuttavia, ci sono anche altre parti da considerare e che deperendo potrebbero compromettere lo stato generale delle cose. Per esempio, in ogni giardino che si rispetti ci sono spazi all’aperto per i bambini, casette in legno, capanni per conservare gli attrezzi che userai per il tuo giardino. Ne abbiamo parlato in un altro articolo su come arredare il giardino in vista della primavera. Potrebbe esserti utile e te lo consigliamo.

7.    Rispetta la natura e la salute delle tue piante

Come ultimo consiglio che ci sentiamo di darti, sebbene sia banale, non è mai troppo scontato. Affinché la tua manutenzione prato primavera sia efficace durante questo bellissimo periodo dell’anno è necessario che tu rispetti piante e animali durante tutto l’anno. Rispettare la natura è un imperativo categorico per sopravvivere su un pianeta unico. Non ci sono Pianeti B su cui approdare per vivere questa splendida vita fatta di fiori e frutti, di verde e di blu. Per poter vivere il nostro giardino tutta la vita e lasciarla ai nostri figli dobbiamo rispettare la natura, le piante buone e gli animali che trovano un’oasi di salvezza nel nostro giardino. Rispetta la natura e il tuo giardino sarà meraviglioso.