condizionatori portatili in una stanza con vista mare

Condizionatori portatili per raffrescare la casa

I condizionatori portatili possono offrire una soluzione contro il caldo senza la necessità di dover installare i condizionatori a muro. Ecco come funzionano.

D’estate una delle preoccupazioni che molti di noi hanno è come far fronte alle torride giornate che surriscaldano l’aria e, di conseguenza, anche la nostra casa. Non solo il caldo ci impedisce di dormire, ma spesso e volentieri anche di lavorare. Installare un condizionatore da parete potrebbe essere la soluzione migliore, ma a volte non è possibile farlo in tutte le stanze. In altri casi non è possibile affrontare la spesa dal punto di vista economico, oppure si è in affitto e non si riesce a trovare l’accordo col proprietario di casa. In tutti quei casi in cui le soluzioni per rinfrescare la casa senza aria condizionata non bastano, ecco venirci in aiuto i condizionatori portatili. Scopriamo cosa sono e come funzionano.

Aria condizionata portatile per rinfrescare la casa

I sistemi di aria condizionata portatile per raffrescare la casa nascono dalla necessità di fronteggiare il caldo in tutte le stanze. Al contrario dei climatizzatori da parete, questi apparecchi, come i ventilatori e le stufe portatili, possono essere trasportati da una stanza all’altra o posizionati nel corridoio per raffrescare gli ambienti e, soprattutto, deumidificare l’aria. Infatti uno dei principali problemi del caldo è l’umidità elevata che rende l’aria pesante e causa una elevata sudorazione della pelle.

Sono utili in tutti quei contesti in cui non è possibile installare un climatizzatore da parete, perché magari non si può modificare la parete, o anche l’impianto di casa. Pur avendo qualche svantaggio rispetto a questi ultimi, tuttavia possono offrire sollievo contro la calura estiva.Cerchiamo di saperne di più.

Condizionatori portatili come funzionano

I condizionatori portatili sono apparecchi della grandezza di un piccolo mobiletto, dotati di rotelle per essere trasportati e spesso e volentieri, di un tubo. Possono essere aria-aria o aria-acqua. Il condizionatore al suo interno è dotato di un liquido refrigerante.Nei sistemi aria-aria questo liquido refrigerante (come quello dei frigoriferi per intenderci) va in circolo e arriva ad un evapotraspiratore che lo converte il gas. In questo stato fuoriesce rinfrescando l’aria e nello stesso tempo assorbe il calore della stanza.L’apparecchio trasporta poi il gas riscaldato  verso un condensatore che riconverte il gas in liquido attraverso un compressore. L’aria calda fuoriesce attraverso il tubo posizionata con un’estremità verso l’esterno.

Soffri il caldo e vuoi raffrescare la casa?

Visita il nostro shop e trova il sistema più adatto a te!

Ventilatori a soffitto, da parete,a piantana, deumidificatori o condizionatori portatili, abbiamo diverse soluzioni per rinfrescare la tua casa.

Nel sistema aria-acqua, l’apparecchio è dotato di un serbatoio che si riempie con dell’acqua. Il liquido arriva nel serbatoio e da qui si ha una maggiore potenza refrigerante.

La funzione deumidificatore, che hanno molti condizionatori portatili, funziona con un sistema simile ma separato che cattura l’aria sotto forma di umidità (vapore) e la riporta allo stato liquido. In alcuni modelli l’acqua viene poi riportata allo stato di vapore ed espulsa attraverso il tubo. In altri casi, bisogna raccogliere l’acqua in un contenitore che va svuotato periodicamente.

I condizionatori sono collegati all’elettricità per funzionare e hanno un sistema di ventole per spingere l’aria fredda fuori e l’aria calda dentro, mentre i filtri servono a purificare l’aria. Utilizzando solo le ventole invece avremo un ventilatore. I condizionatori portatili possono raffreddare ambienti fino a 30/40 m² in base alla loro potenza.

Vantaggi e svantaggi

I vantaggi del condizionatore portatile sono senza dubbio la trasportabilità e la possibilità di utilizzarlo in qualunque ambiente senza modificare impianti e opere murarie. Il tubo li rende ingombranti e deve essere posizionato fuori. per questo o bisogna predisporre un’apertura a cui collegarlo, oppure lasciare che sfiati fuori dalla finestra facendo entrare, di fatto, un po’ di calore. Ma non si può fare a meno del tubo?

Condizionatori portatili senza tubo

I condizionatori portatili senza tubo sono stati studiati appositamente per chi non vuole l’ingombro del tubo. Si basano sul principio di condensazione dell’acqua posizionata al loro interno che viene emessa poi all’esterno attraverso delle ventole. Sono più facili da trasportare, sono esteticamente più belli e compatti. Hanno anche telecomando  per regolare le varie funzioni (deumidificatore, ventilatore) e la temperatura. Sono più silenziosi, in quanto non vi è un compressore al loro interno e si caratterizzano per i minori consumi energetici.

Il condizionatore portatile senza tubo è quindi un’ottima soluzione per rinfrescare gli ambienti con un apparecchio comodo, facile da trasportare e anche bello. Visita GS Distribution per conoscere i modelli disponibili.